Project Description

Ok, decisamente originale! Ecco come rendere unico il sushi fatto in casa, senza ricorrere a nessun colorante chimico. Vediamo come fare ad ottenere il riso per sushi rosa, giallo, arancione, e perché no, arcobaleno.

TEMPO

2 minuti

DIFFICOLTÀ

1/5

PORZIONE

dosi per circa 600ml di condimento, per circa 1kg di riso per sushi (peso a crudo)

SOCIAL

Ingredienti

  • Arancione: estratto di carota

  • Rosa: liquido delle rape rosse

  • Giallo: zafferano

Prima fase: scegliere i colori!

Partendo dal classico condimento per sushi, aggiungiamo i nostri coloranti naturali.

Per il giallo: indicativamente, una bustina di zafferano potrà essere aggiunta a un bicchiere di 100-150ml di condimento.

Per l’arancione: l’estratto di 2-3 carote (30-40ml circa) potrà donare un bel colore arancio se aggiunto a 50-100ml di condimento sushi; si ottiene un colore piuttosto pastello, meno vivido degli altri.

Per un rosa acceso: con 20 ml di liquido delle confezioni precotte di rape rosse (oppure frullando la rapa rossa cotta e filtrandola con un colino a maglie strette) possiamo colorare circa 150ml di condimento.

Per colori più carichi ridurre la dose di condimento, aumentarla per rendere il nostro liquido colorante meno acceso.

Per altri colori sperimentate e date sfogo alla fantasia! Tutto ciò che ispira può essere testato su una piccola parte di riso per sushi, considerando che la piccola quantità non incide troppo sul gusto finale del sushi.

Seconda fase: condimento del sushi

Ottenuto il nostro condimento colorante, dovremo versarlo sul riso per sushi nel momento della sgranatura. Le quantità sono di difficile stima, dipendendo molto dall’umidità rimasta nel riso dopo la cottura. Indicativamente saranno sufficienti 2-3 cucchiai a porzione. Consigliamo di versare il condimento e mescolare, proseguendo fino a quando si otterrà un riso sgranato, lucido e colorato secondo il nostro gusto. Se dovesse essere troppo colorato possiamo aggiungere altro riso cotto e mescolare.

Consigliamo di non lavorare troppo il riso per evitare che perda consistenza.

Note:

kitchen.it consiglia

pubblicità